top of page
ds agr.jpg

Disoccupazione agricola: che cos’è e a chi spetta:

La disoccupazione agricola è un’indennità che spetta agli operai che lavorano in agricoltura, iscritti negli elenchi nominativi dei lavoratori agricoli.

 

Possono richiedere la disoccupazione agricola:

operai agricoli a tempo determinato;

piccoli coloni;

compartecipanti familiari;

lavoratori agricoli proprietari di piccoli appezzamenti di terreni iscritti negli elenchi nominativi per meno di 51 giornate; questi lavoratori possono riscattare, a integrazione, le giornate di lavoro effettuate nel proprio terreno, per raggiungere il diritto alla disoccupazione.

operai agricoli a tempo indeterminato che lavorano per parte dell’anno.

Hanno diritto alla disoccupazione agricola anche le lavoratrici madri che si dimettono nel corso del periodo di puerperio.

Per aver diritto alla disoccupazione agricola è necessario:

essere iscritti negli elenchi nominativi dei lavoratori agricoli relativi all’anno per il quale è richiesta la disoccupazione;

avere 2 anni di anzianità assicurativa;

avere almeno 102 contributi giornalieri nel periodo che va dall’anno per il quale è richiesta la disoccupazione all’anno precedente.

La disoccupazione agricola non spetta a:

lavoratori iscritti a gestioni autonome (artigiani, commercianti, coltivatori diretti) o gestione separata per l’intero anno;

lavoratori iscritti a gestioni autonome o gestione separata per una parte dell’anno,  quando il numero delle giornate di iscrizione è superiore al numero di giornate di lavoro dipendente agricolo;

lavoratori già titolari di pensione diretta al 1° gennaio dell’anno per cui si chiede la disoccupazione agricola.

Nel caso di pensionamento nel corso dell’anno, il numero delle giornate di disoccupazione agricola viene riproporzionato in base ai mesi di lavoro agricolo precedenti alla decorrenza della pensione;

lavoratori extracomunitari con permesso di soggiorno per lavoro stagionale;

lavoratori che si dimettono volontariamente.

L’importo e la durata della disoccupazione agricola...

L’importo giornaliero della disoccupazione agricola ammonta al 40% della retribuzione più alta tra le seguenti:

retribuzione stabilita dal contratto collettivo provinciale di categoria;

retribuzione concordata individualmente tra datore di lavoro e lavoratore;

minimale valido per la generalità dei lavoratori.

Dall’importo viene detratto il 9% per ogni giornata di disoccupazione agricola erogata a titolo di contributo di solidarietà.

Questa trattenuta viene effettuata per un massimo di 150 giorni.

 

Per gli operai agricoli a tempo indeterminato la disoccupazione agricola ammonta al 30% del salario effettivamente percepito.

La trattenuta per il contributo di solidarietà non viene applicata.

 

La disoccupazione agricola è riconosciuta in base al numero di giornate effettivamente lavorate nell’anno di riferimento, così come riportate negli elenchi nominativi degli operai agricoli dipendenti.

Tale numero non può, comunque, essere superiore alla differenza tra 365 giorni e le giornate di effettiva occupazione – in attività agricola e non agricola – prestate nell’anno di riferimento.

 

Non viene corrisposta la disoccupazione agricola per le giornate relative a particolari eventi coperti da altre prestazioni economiche di carattere previdenziale, quali malattia, maternità, infortunio sul lavoro, etc.

 

E i contributi per i fini pensionistici?

Per i periodi di disoccupazione agricola è riconosciuta la contribuzione figurativa.

Le giornate per cui vengono riconosciuti i contributi figurativi sono utili per la pensione.

La domanda:

Per ottenere la disoccupazione agricola il lavoratore deve presentare la domanda entro il 31 marzo dell’anno successivo a quello in cui ha lavorato, altrimenti perde il diritto.

 

Per l’invio della richiesta è possibile rivolgersi alla sede FAI CISL e Inas Cisl più vicina a te!

Contattaci o vieni a trovarci direttamente:

- SERMONETA SCALO - Via Rodrigo Borgia, 4 (0773-489263)
- SEZZE - Via Resistenza. 14 (0773-889578)
- PRIVERNO - Via della stazione 6 (0773-904071)
-TERRACINA - Via Don Morosini, 26 (0773-721703)
- FONDI - Via G.Ferrari, 19 (0771-511334)
- LATIN DREAM - Via GUado. 1-13 320 3280072)
- B.HERMADA - Via Cesare Battisti, 57 (0773-742445)
- MONTENERO - Piazza IV Ottobre 18-19 (0773-598204)
- PONTINIA - Via Mameli, 14/a (0773-840459)
- SABAUDIA - Via Arciglioni, 3 (0773-904071)
- CISTERNA - Via San Rocco, 25 (06-9681287)
- APRILIA - Via Giustiniano, 10 (06-9273087)
- CORI - Piazza Signina, 27 (06-96610078)

Cos’è l’Estratto conto contributivo/previdenziale?

L’Estratto conto contributivo è il documento che elenca tutti i contributi effettuati all’INPS in favore del lavoratore. Riepiloga i versamenti da lavoro, figurativi e da riscatto, suddivisi in base alla gestione alla quale il lavoratore risulta iscritto.

 
A chi è rivolto?

Grazie all’Estratto conto contributivo, i lavoratori possono verificare la regolarità dei contributi versati autonomamente o dai propri datori di lavoro per segnalare eventuali discordanze all'INPS. Oltre a servire per i fini pensionistici, questi contributi, nel caso dei lavoratori agricoli dipendenti, sono utili per richiedere l’indennità di Disoccupazione Agricola.

 

Vuoi controllare i tuoi contributi INPS?

Vieni a farlo gratuitamente nei nostri uffici FAI CISL!

Contattaci o vieni a trovarci direttamente in una delle nostre sedi territoriali:

- SERMONETA SCALO - Via Rodrigo Borgia, 4 (0773-489263)
- SEZZE - Via Resistenza. 14 (0773-889578)
- PRIVERNO - Via della stazione 6 (0773-904071)
-TERRACINA - Via Don Morosini, 26 (0773-721703)
- FONDI - Via G.Ferrari, 19 (0771-511334)
- LATIN DREAM - Via GUado. 1-13 320 3280072)
- B.HERMADA - Via Cesare Battisti, 57 (0773-742445)
- MONTENERO - Piazza IV Ottobre 18-19 (0773-598204)
- PONTINIA - Via Mameli, 14/a (0773-840459)
- SABAUDIA - Via Arciglioni, 3 (0773-904071)
- CISTERNA - Via San Rocco, 25 (06-9681287)
- APRILIA - Via Giustiniano, 10 (06-9273087)
- CORI - Piazza Signina, 27 (06-96610078)

Partecipazione1.jpg
Partecipazione 2.jpg
Partecipazione 3.jpg

14 ottobre 2023

Ferentino

Festa della partecipazione CISL

La FAI CISL presente numerosa nella seconda giornata di divulgazione e raccolta firme a sostegno della partecipazione attiva dei lavoratori alla gestione aziendale.

“La partecipazione al lavoro” è una proposta di legge di iniziativa popolare promossa dalla CISL che disciplina in ogni dettaglio la partecipazione attiva dei lavoratori alla vita delle imprese. La proposta nasce con l’intento di dare piena attuazione all’art. 46 della Costituzione.

La partecipazione dei lavoratori alle imprese non è solo il vettore di uno sviluppo economico ma anche un mezzo per la realizzazione di un progresso sociale, un traguardo necessario per il completamento della democrazia.

In un contesto sociale e politico come l'attuale, in cui forte è l'esigenza di innovare le relazioni sindacali e la contrattazione, questa legge può produrre effetti positivi per tutti:

  • aumento dei salari

  • qualità e stabilità del lavoro

  • maggiore produttività e competitività

  • più sostenibilità sociale

  • zero delocalizzazioni

  • più salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

  • più investimenti

  • una piena coesione sociale

  • rientro delle imprese dall’estero

#UnPostoAlTavolo

Partecipazione1.jpg
Partecipazione 2.jpg
Partecipazione 3.jpg

11 ottobre 2023

Questa mattina, a Roma, il Segretario Generale della FAI CISL di Latina, Islam Kotb, insieme alla RSA FAI CISL, Danilo Felici, partecipano all’attivo dei delegati consorzi di bonifica della FAI CISL del Lazio.

Analisi dettagliata delle realtà consortili del Lazio e azioni da compiere come sindacato all’ordine del giorno.

Coordina i lavori il Reggente FAI CISL Lazio, Claudio Tomarelli.

Partecipazione1.jpg
Partecipazione 2.jpg
Partecipazione 3.jpg

10 ottobre 2023

Questa sera, tramite il FISLAS di Latina, conferite 120 borse di studio a neo diplomati e neo laureati lavoratori e figli di lavoratori del settore agricolo pontino.

FAI CISL, FLAI CGIL, UILA UIL, COLDIRETTI, CONFAGRICOLTURA e CIA di Latina investono, ancora una volta, sui giovani, la cultura, l'istruzione e il progresso sociale.

Le fondamenta reali per affrontare con stimolo e capacità le sfide del nostro tempo e della società futura che verrà.

Partecipazione1.jpg
Partecipazione 2.jpg
Partecipazione 3.jpg

10 ottobre 2023

Questa mattina, a Fiuggi, il Segretario Generale Islam Kotb presente all’evento organizzato dalla FAI CISL di Frosinone.

“DEGUSTIAMO IL TERRITORIO. L'importanza del prodotto locale” il titolo del convegno.

Introduce il Segretario Generale FAI CISL di Frosinone, Luigino Polletta, concluderà i lavori il Segretario Generale della FAI CISL Nazionale Onofrio Rota.

Partecipazione1.jpg

10 ottobre 2023

FESTA DELLA PARTECIPAZIONE

Venerdì 13 ottobre e sabato 14 ottobre due giornate di incontri della #Cisl per spiegare il contenuto della legge di iniziativa popolare sulla partecipazione e raccogliere le adesioni di lavoratori e cittadini.

Sabato 14, dalle ore 18, la #Cisl di #Latina, insieme alle federazioni di categoria, saranno presenti in Piazza XIX Marzo a Cisterna di Latina.

FIRMA ANCHE TU!

#unpostoaltavolo

www.partecipazione.cisl.it

Partecipazione1.jpg

09 ottobre 2023

Al via, in video collegamento, il Comitato Esecutivo della FAI CISL Nazionale.
Introduce i lavori il Segretario Generale Onofrio Rota.
Assemblea organizzativa della FAI CISL all’ordine del giorno.

Si tracciano i temi da affrontare nel dettaglio il 26 e il 27 ottobre a Roma.

Partecipazione1.jpg
Partecipazione 2.jpg
Partecipazione 3.jpg

05 ottobre 2023

Oggi alla Bolton Food di Aprilia il Segretario Generale della FAI CISL di Latina, Islam Kotb, e il Segretario della UST CISL di Latina, Gino Maria Ridolfi, illustrano la proposta di legge per una partecipazione più attiva dei lavoratori alla vita gestionale delle imprese.

#unpostoaltavolo anche per i lavoratori produrrebbe effetti positivi per tutti con conseguente progresso sociale.

Per saperne di più e restare aggiornati www.partecipazione.cisl.it

 

 

 

 

 

Partecipazione1.jpg

04 ottobre 2023

Pomeriggio di dialogo e confronto organizzato dalle RSA #FaiCisl del Consorzio di Bonifica Lazio Sud Ovest presso la sede di Pontemaggiore.

Con la presenza del Segretario Generale, Islam Kotb, si parla di trattative da affrontare con l’amministrazione per migliorare l’ente che rimane una risorsa indispensabile per la #prevenzione, il contrasto al dissesto #idrogeologico e la tutela delle #risorse naturali.

Continuiamo a #contrattare per valorizzare il prezioso lavoro svolto dai lavoratori sul territorio pontino.

Partecipazione1.jpg
Partecipazione 2.jpg
Partecipazione 3.jpg

24 settembre 2023

Oggi a Fondi è presente anche la FAI CISL alla tradizionale festa religiosa che riunisce tutte le comunità Sikh del territorio Fondano e dei Comuni limitrofi.

In rappresentanza della Federazione agroalimentare industriale e ambientale ci sono la Segretaria provinciale Mariacristina Gentile e l’operatrice FAI CISL Nadia Cimaroli.

Un momento di festa popolare, oltre che di confronto e conoscenza di una comunità che si è ben integrata sul territorio pontino portando un valore aggiunto indispensabile soprattutto nel settore agroalimentare.

Partecipazione1.jpg
Partecipazione 2.jpg

Nelle prossime settimane la #Partecipazione sarà il tema di una fitta agenda di assemblee che la CISL terrà in tutti i luoghi di lavoro e con iniziative sui territori.

Il 13 e il 14 Ottobre in tutta Italia si svolgerà la “FESTA DELLA PARTECIPAZIONE”.

Per saperne di più leggi i volantini.

4.jpg
2.jpg
1.jpg

07 settembre 2023

In corso, a Venezia, il Comitato Esecutivo della FAI CISL Nazionale.

Introduce i lavori, con la sua relazione, il Segretario Generale Onofrio Rota.

Assemblea organizzativa, formazione, bilateralità, contrattazione, salute e sicurezza e partecipazione come temi all’ordine del giorno.

367032493_775270037939118_2373783910970278366_n.jpg
362695734_767395612059894_1787988041532890079_n.jpg
362981897_767395722059883_5973621190640836230_n.jpg
362992900_767395565393232_2338262813737722290_n.jpg

03 agosto 2023.

In corso, a Latina, il Consiglio Generale della FAI CISL di Latina.

Presenti Raffaella Buonaguro, Segretaria Nazionale della FAI CISL, Claudio Tomarelli, Reggente FAI CISL Lazio, Roberto Cecere, Segretario Generale della CISL di Latina e Angelo Coriddi, Responsabile Bilateralità della FAI CISL Nazionale.

La Presidenza del Consiglio Generale odierno è stata affidata a Massimo Marcelli, delegato C/B Lazio Sud Ovest.

Introduce i lavori, con un’ampia relazione, il Segretario Generale della FAI CISL di Latina, Islam Kotb.

Tanti i temi affrontati: formazione, bilateralità, contrattazione, salute e sicurezza e partecipazione come temi all’ordine del giorno.

Il Segretario Generale Kotb annuncia la ripresa, a settembre, del percorso formativo aperto a tutti gli associati alla Federazione territoriale.

365202077_766812128784909_8698643437402151990_n.jpg
362695702_606670364884953_8900936552682416783_n.jpg

02 agosto 2023.

Fai-Cisl: "Escludere le imprese che sfruttano i lavoratori dai finanziamenti pubblici"

"Come in tutte le stagioni estive anche quest'anno dobbiamo assistere, nel pontino e non solo, alla morte di braccianti arruolati nei circuiti del lavoro nero o grigio o del vero e proprio caporalato: è vero che ci sono tanti casi positivi, che vanno incentivati e moltiplicati, con associazioni che aderiscono a protocolli anticaporalato o imprese ben strutturate iscritte alla rete Inps del lavoro agricolo di qualità, ma sottovalutare i fenomeni di sfruttamento sarebbe un grave errore da parte dei media e delle istituzioni".

Così Islam Kotb, Segretario Generale della Fai-Cisl Latina, commenta il decesso a Sabaudia di Singh Rupinder, bracciante di 55 anni, di origine indiana, avvenuto dopo 9 ore di lavoro nei campi.

"Va tenuta alta l'attenzione - incalza il sindacalista - con maggiori ispezioni mirate da parte di Ispettorato e Forze dell'ordine, oltre a quelle già in corso in questi giorni, peraltro con il lavoro nei campi reso ancora più faticoso dal caldo intenso. Il tutto ovviamente non generalizzando, consapevoli che sul territorio pontino esistono centinaia di aziende virtuose che adottano buone pratiche, ed è proprio da lì che dobbiamo strutturare la nostra azione, rendendo il loro modo di fare impresa cosa comune e obbligatoria per tutti. Per quanto riguarda il nostro ruolo stiamo facendo tutto il possibile, anche con presidi fissi e mobili sul territorio, per assicurare a lavoratrici e lavoratori assistenza legale, fiscale e sanitaria, formazione, e fornendo tutte le informazioni utili con le nostre guide in 13 lingue per tutelare la salute e sicurezza in tutti i luoghi di lavoro".

Un commento sulla vicenda giunge anche da Onofrio Rota, Segretario Generale della Fai-Cisl nazionale, che denuncia: "Rimane urgente la revisione della condizionalità sociale, che al momento prevede penalità davvero troppo basse per disincentivare il mancato rispetto dei contratti e delle norme sul lavoro: le imprese che sfruttano i lavoratori devono essere tagliate fuori dai finanziamenti pubblici della Pac, pagati con i soldi dei cittadini italiani e di tutta Europa".

363830613_763354875797301_3228686172694479596_n.jpg
363425461_763354845797304_3195611095655700749_n.jpg

28 luglio 2023.

Si è svolto questa mattina, in Via Rieti a Roma, il Consiglio Generale della USR CISL Lazio.

Presente Daniela Fumarolla, Segretaria Organizzativa della CISL Nazionale.

Introduce i lavori, con un’ampia e ricca relazione, il Segretario Generale della USR, Enrico Coppotelli.

Tanti i temi affrontati durante il dibattito sviluppato dalle Federazioni di Categoria e dai Territori, la maggioranza dei quali incentrati sulla partecipazione attiva delle lavoratrici e dei lavoratori nelle decisioni socioeconomiche del mondo del lavoro e l’assemblea organizzativa che la CISL, a tutti i livelli, farà nei prossimi mesi.

363359652_763353405797448_2910591987789807858_n.jpg
363412070_761996442599811_7990850687573736046_n.jpg
354601239_761996389266483_7104165828747040340_n (1).jpg

26 luglio 2023.

Si è svolto a Roma, presso la FAI CISL Nazionale, il Consiglio Generale della FAI CISL del Lazio.

Presenti Maria Annunziata Veltri, Segretaria USR CISL Lazio, e Onofrio Rota, Segretario Generale FAI CISL Nazionale.

Presiede il Consiglio il Segretario Generale della FAI CISL di Latina Islam Kotb.

Introduce i lavori, con la sua relazione, il Reggente della federazione regionale, Claudio Tomarelli.

363298851_761327842666671_2014004988304868700_n.jpg
357182775_761327856000003_5897985481420135627_n.jpg
363337139_761329065999882_613522879458732359_n.jpg

25 LUGLIO 2023.

AL VIA TRATTATIVA RINNOVO CCNL

INDUSTRIA ALIMENTARE 2023-2027.

Introduce i lavori il Segretario Generale della #FaiCisl Nazionale Onofrio Rota.

Nel suo intervento ha evidenziato come questo rinnovo sarà una:"Grande opportunità per un unico, moderno e sfidante contratto nazionale che tenga la barra ferma su centralità della persona e nuovo equilibrio economico, ambientale e sociale".

Si è aperta oggi a Roma presso l’hotel Colombo la trattativa per il rinnovo del contratto collettivo nazionale dell’industria alimentare, in scadenza il 30 novembre. A darne notizia sono i sindacati di categoria, che esprimono soddisfazione per una prima giornata di confronto generale con le parti datoriali nella quale sono state già concordate tre date per i prossimi incontri tecnici di approfondimento: 18 settembre, 25 settembre e 3 ottobre.
Nel presentare la piattaforma unitaria, i Segretari Generali di Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil, Onofrio Rota, Giovanni Mininni e Stefano Mantegazza hanno messo in evidenza la crescita del settore in termini di export, fatturato, produttività e occupazione: “Nonostante le difficoltà derivanti dal contesto internazionale, il settore ha dimostrato di essere in salute, con doti anticicliche e ulteriori potenzialità di crescita: il nuovo contratto nazionale sarà fondamentale per dare risposte adeguate alle lavoratrici e ai lavoratori, sia sul piano economico che normativo, con l’obiettivo di governare i cambiamenti in corso, soprattutto in termini di transizione ecologica e digitale, consolidando e innovando l’organizzazione del lavoro in chiave sempre più partecipativa e condivisa”.
Ai lavori hanno partecipato in presenza tutte le associazioni di imprese dei diversi comparti che avevano sottoscritto l’ultimo rinnovo del 2020: Ancit, Anicav, Assica, Assitol, Assobibe, Assobirra, Assolatte, Federvini, Mineracqua, Unaitalia, Unione Italiana Food.
Assenti, invece, le tre associazioni non firmatarie, Assalzoo, Assocarni e Italmopa. “Non lasceremo mai soli i lavoratori e le lavoratrici delle imprese aderenti a queste associazioni – hanno dichiarato Rota, Mininni e Mantegazza – per cui confermiamo il blocco degli straordinari e delle flessibilità in corso nei siti produttivi interessati, dove non si applica il contratto nazionale di settore, e annunciamo che saranno intraprese nuove azioni di lotta per scongiurare che nel comparto esistano lavoratori di serie a e altri di serie b”.

363070455_760858156046973_849698582130199936_n.jpg

Il 24 luglio 2023 si è riunita la delegazione FAI CISL che da domani seguirà la trattativa per il rinnovo ccnl industria alimentare 2023-2027.

Il 25 luglio inizierà un percorso di trattativa che dovrà mettere al centro le persone e i loro bisogni.

In rappresentanza della provincia di Latina ha partecipato il Segretario Generale della FAI CISL di Latina Islam Kotb.

362261825_758665692932886_6811042174177568686_n.jpg
362239202_758665796266209_8960706095287839202_n.jpg

ATTIVO FAI CISL, FLAI CGIL E FILBI UIL DEL LAZIO PER LA CHIUSURA DEFINITIVA DI CONSULTAZIONE SULL'IPOTESI DI ACCORDO PER IL RINNOVO CCNL PER I DIPENDENTI DEI CONSORZI DI BONIFICA E DI MIGLIORAMENTO FONDIARIO 2023-2026. 

IL 21 luglio 2023, a Roma, presso la sede della USR CISL Lazio, si è svolto l’attivo FAI CISL, FLAI CGIL e FILBI UIL del Lazio per la chiusura definitiva di consultazione sull’ipotesi di accordo per il rinnovo del CCNL per i dipendenti dei consorzi di bonifica e di miglioramento fondiario 2023-2026.

Il Segretario Generale della FAI CISL Latina, Islam Kotb:”Soddisfazione per il risultato raggiunto, frutto di una importante negoziazione e dello sforzo congiunto dei lavoratori e della delegazione trattante. Un CCNL che parla di aumenti salariali, di classificazione, di anzianità, di bilateralità e soprattutto crea un tavolo di lavoro permanente che continuerà a revisionare e far evolvere il lavoro nei consorzi di bonifica e di miglioramento fondiario”.

I punti salienti dell’accordo sono:

AUMENTO SALARIALE
4,95% sul biennio da corrispondere in due tranche : 3% da giugno 2023 e 1,95% da luglio 2023 a parametro 132 per un aumento
complessivo di 91,19€ ed un montante nel biennio di 2024,14€.

 

ENTE BILATERALE
Sarà costituito un ente bilaterale presso l’Enpaia e verrà finanziato dai Consorzi con un contributo pari allo 0,75% dei minimi di stipendio base a partire dal 1/7/23cosi ripartito: 0,50% a carico dei consorzi, 0,25% a carico del lavoratore.
Tra le attività dell’ente:
1. Ricambio generazionale
2. Ristrutturazione aziendale
3. Sostegno al reddito ( es. integrazione malattia)
4. Ulteriori prestazioni di carattere sociale a sostegno dei lavoratori.


SCATTI DI ANZIANITÀ
si passa da 6 a 10 scatti con le seguenti tempistiche: 6 scatti biennali - 1 scatto dodicinnale - 3 scatti quadriennali


CLASSIFICAZIONE
Modiche alla classificazione sia per gli impiegati direttivi che dipendenti in area B.
dal 1 gennaio 2025 per i quadri e per gli impiegati area A verranno ridotti i tempi di permanenza da 7 a 6 anni;
prosegue il lavoro della commissione sulla classificazione per individuare ulteriori figure professionali e per una revisione dell’attuale modello classificatorio.
modifica all’articolo 41 con il riconoscimento del parametro più alto in caso di promozione.

ittellav.jpg

Preoccupazione per la FAI-CISL di Latina e per i 120 lavoratori della Ittella Italy srl –

Apertura della Cassa Integrazione per 13 settimane a far data dal 27 giugno prossimo – NULLA DI FATTO CON LE PARTI SOCIALI NESSUNA O.S. HA FIRMATO L’ACCORDO

Il Segretario FAI-cisl di Latina Islam Kotb: Chiediamo un incontro con Sua Ecc.za il Prefetto e alla Regione Lazio affinchè attraverso l’Istituto della Moral suasion”, i lavoratori possano ricevere garanzie sull’ anticipazione del trattamento salariale, conoscere le cause dell’utilizzo del trattamento salariale e rassicurazioni su una rotazione delle maestranze in cigo. TUTTO CIO’ NON E’ EMERSO IN SEDE DI CONFRONTO.

Si è tenuto oggi (26 Giugno), un primo incontro con i vertici aziendali della Ittella Italy srl, - storica azienda del comparto industria alimentare della Provincia con stabilimento presso Prossedi (LT) – e lo stesso non è stato certamente risolutivo anzi si è concluso con un nulla di fatto e senza un accordo sindacale. Anzi l’unica cosa certa continua Kotb (Cisl) è che l’azienda ha addirittura anticipato la sospensione dei lavoratori in cigo fissata nell’apertura alla data del 03.07 al giorno 27.06.2023.

Oltre a stigmatizzare tale comportamento, desta perplessità al Segretario Fai Cisl di Latina, presente al tavolo del confronto con le RSA e con le restanti parti sociali, le modalità ed i criteri con cui l’azienda nel giro di sei giorni, ha ufficializzato un calo di commesse che -a parere della stessa - renderebbe inevitabile l’utilizzo dell’ammortizzatore sociale della Cigo.

Ebbene con la nota di apertura dell’ammortizzatore sociale, -fatta di poche righe- si fa accenno ad un calo di commesse, ma non si rinviene capire nient’altro a tutela delle maestranze, di eventuali criteri di rotazione del personale, poiché la cassa integrazione sembrerebbe a zero ore e  di come i 120 lavoratori e le loro famiglie possano in termini di sostegno al reddito traguardare i prossimi tre mesi oggetto del trattamento salariale aperto dall’azienda.

Il Segretario continua ricordando a se stesso come la normativa di riferimento in termini di Cigo sancita dal D.LGS 148/2015 e s.m.i. all’art. 14  e seguenti, detti regole rigide per l’approvazione del trattamento da parte dell’INPS. Ed ancora che la prassi Inps tuttora vigente ritiene strumento imprescindibile ai fini dell’istruttoria della domanda, la concertazione sindacale e la fissazione di criteri a tutela della platea dei lavoratori che vanno sanciti in un accordo sindacale di cui all’art. 15 del medesimo dettato normativo.

Auspichiamo che l’azienda faccia un passo indietro e riconvochi il tavolo per discutere non solo delle esigenze tecnico organizzative aziendali, ma anche dei lavoratori e della necessaria ed impellente esigenza di salvaguardare il loro reddito derivante dal lavoro e laddove debba essere indifferibile lo strumento della Cigo,  delle modalità di erogazione dell’anticipazione del trattamento salariale e soprattutto dei criteri di rotazione di tutte le maestranze del sito.

In questo frangente, stante la delicatezza della vicenda le OO.SS. rappresentanti la maggioranza della rappresentatività aziendale, hanno chiesto un incontro urgente a Sua Ecc.za il Prefetto e alla Regione Lazio al fine di sensibilizzare le Istituzioni di quanto sta accadendo presso il sito produttivo in questione, con l’auspicio di proseguire in tale sede il tavolo di confronto sindacale a tutela dei lavoratori tutti.

346455512_921730519078239_6997379201049478754_n.jpg

BOLTON FOOD: FAI-CISL, FLAI-CGIL E UILA-UIL SIGLANO IL RINNOVO DEL CONTRATTO INTEGRATIVO DI GRUPPO

Le Segreterie nazionali di Fai-Cisl, Flai-Cgil, Uila-Uil, unitamente al coordinamento nazionale delle Rsu Bolton Food, hanno sottoscritto con l’azienda, assistita da Unionfood, il rinnovo del contratto integrativo di Gruppo per gli anni 2023-2025. Il rinnovo dell’accordo, che introduce significativi miglioramenti dei trattamenti normativi ed economici per le lavoratrici e i lavoratori del Gruppo, appare ancora più importante e significativo in quanto viene sottoscritto in un momento particolarmente delicato nel quale, per la prima volta dopo decenni di forte espansione, il gruppo registra una inaspettata e non trascurabile riduzione dei volumi di produzione.

Con riferimento al trattamento normativo, è stato rafforzato il modello di relazioni sindacali, introducendo una commissione tecnica bilaterale di sito deputata a condividere lo stato di avanzamento del progetto BMX. In materia di salute e sicurezza sul lavoro è stato valorizzato il ruolo del RLS e sono introdotti momenti di sensibilizzazione per promuovere la cultura della salute e sicurezza, tra cui una Giornata dedicata. Inoltre, è stato negoziato l’impegno aziendale, nell’ambito del progetto BMX, a predisporre gli aggiornamenti dei mansionari, ed è stato confermato e migliorato il diritto alla formazione. Infine, è stato incrementato il numero di incontri tra Azienda e RSU della forza vendita.

Nuove conquiste anche in tema della conciliazione dei tempi di vita e lavoro, con l’introduzione dei permessi per l’inserimento all’asilo nido, l’incremento dei permessi per l’assistenza ai genitori anziani e l’introduzione della banca ore solidale. Uno specifico capitolo è stato dedicato al tema del contrasto al mobbing e alle violenze di genere.

Sul fronte economico, oltre all’aumento di 2 euro del valore dei buoni pasto per i lavoratori che non possono usufruire del servizio mensa, è stato previsto un incremento a regime del premio variabile di 245 euro, per un messo in palio complessivo nel triennio 2023 – 2025 pari a 7.685 euro, che accompagna l’introduzione di una nuova struttura del premio variabile a partire dal 2024. Infine, l’incentivo alla conversione di parte del premio variabile in servizi di welfare è stato incrementato dal 16% al 20% della quota di premio convertita.

L’accordo sarà sottoposto nei prossimi giorni alla consultazione delle lavoratrici e dei lavoratori nelle assemblee.

fislas.jpg

BORSE DI STUDIO, BANDO APERTO.

Fislas Latina è impegnata anche quest’anno a supporto del diritto allo studio dei lavoratori del comparto agricolo e dei loro familiari. É formalmente aperto il bando di partecipazione per le borse di studio 2022/2023!

Tutti i dettagli nella locandina allegata.

Importante: le domande andranno presentate entro il prossimo 15 settembre 2023!

Info: www.fislas.com 


 

bottom of page